Prestito interbibliotecario


indice paragrafi

Da altre biblioteche

Cos'è

Il servizio permette di ottenere in prestito da altre biblioteche italiane libri di argomento afferente alle discipline scientifiche di competenza della Biblioteca che non siano posseduti da quest'ultima.

Come funziona

Una volta accertato attraverso la consultazione dell'OPAC di Ateneo che il documento desiderato non è disponibile nella nostra Biblioteca nè in altre dell'Università, verificare se è posseduto da altre biblioteche in ambito nazionale interrogando metacataloghi italiani quali Azalai o l'OPAC Sbn ICCU.
Qualora si incontrassero difficoltà nella localizzazione dei documenti è possibile chiedere assistenza al servizio informazioni bibliografiche della Biblioteca.

Individuata la biblioteca che possiede il documento, il nostro ufficio inoltrerà ad essa la richiesta di prestito interbibliotecario. Il volume, una volta pervenuto alla nostra Biblioteca, verà assegnato in prestito all'utente richiedente, immediatamente avvertito per telefono o posta elettronica, per un  periodo non superiore a 20 giorni, a meno che la biblioteca di provenienza non richieda esplicitamente la restituzione in tempi più brevi o addirittura la semplice consultazione in loco dell'opera.

E' possibile detenere contemporaneamente fino a 3 volumi in prestito interbibliotecario.

 

Costi

Il servizio da parte della Biblioteca di Scienze della Terra è gratuito, ma possono essere richiesti rimborsi dalle biblioteche di provenienza; in tal caso il costo è a carico dell'utente. E' invece sempre richiesta all'utente la copertura dei costi di reinvio del documento alla biblioteca di origine. 

 

Sanzioni

??Per ritardi nella restituzione o danneggiamento dei volumi ricevuti sono in vigore le stesse sanzioni previste per il prestito locale.

In caso di mancato ritiro del materiale richiesto e del mancato pagamento degli oneri a suo carico, l'utente è sospeso dai servizi della Biblioteca fino a saldo del debito.

 

 

 


Ad altre biblioteche

Chi può usufruirne

Possono usufruire del servizio di prestito interbibliotecario le biblioteche italiane che ne facciano richiesta. Il servizio è attivo unicamente tra biblioteche; i privati possono accedere al servizio rivolgendosi ad una biblioteca di qualsiasi genere (di università, comunale, statale etc.) di cui siano utenti.

Come funziona

Non è consentito il prestito interbibliotecario di:
- pubblicazioni periodiche;
- libri di testo (contrassegnati dalle collocazioni che iniziano con la dicitura GP.TESTO.);
- edizioni anteriori al 1920;
- opere rare e di pregio;
- pubblicazioni a fogli mobili;
- opere riservate alla sola consultazione (enciclopedie, dizionari, materiale cartografico etc.);
- materiale audiovisivo, fotografico e su supporto elettronico (CD-ROM, DVD etc.).

Le richieste di prestito vanno inviate:
- per posta elettronica a geobib@unimi.it ;
- via fax al n. 0039 02 50315494

Non vengono forniti contemporaneamente più di 3 volumi, da restituire entro il termine di 30 giorni.

Costi
Il servizio è gratuito; prevede solo il rimborso delle spese di spedizione, da corrispondere in francobolli.


 


Restrizioni

Il servizio di prestito interbibliotecario non viene effettuato con biblioteche situate nell'area urbana di Città Studi.