Voi siete qui

Libri in movimento. Sezione Studi Internazionali

Dal 1 febbraio 2011 il Sistema Bibliotecario di Ateneo inaugura un nuovo servizio tra le biblioteche del Sistema che consente di farsi recapitare gratuitamente, presso la propria biblioteca di riferimento, libri, saggi e articoli di riviste in formato cartaceo custoditi in biblioteche dell'Università degli studi di Milano lontane geograficamente.

La Sezione Studi Internazionali della Biblioteca di Scienze Politiche aderisce al nuovo servizio.

 

 


indice paragrafi

Come funziona il servizio?

Attraverso "Libri in movimento" (o servizio intrasistemico) è possibile richiedere ad altre biblioteche dell'Ateneo, aderenti al servizio, libri, articoli o saggi e ritirare i volumi presso la Biblioteca del Dipartimento di Studi Internazionali, secondo il seguente orario: 9.30 - 14.00.


Chi può accedere al servizio?

"Libri in movimento" è riservato al personale della Facoltà di Scienze politiche dell'Università di Milano e in particolar modo a:

  • studenti
  • professori;
  • ricercatori;
  • assistenti;
  • collaboratori linguistici;
  • borsisti;
  • assegnisti e contrattisti;
  • addetti alle esercitazioni;
  • ospiti (visiting professor);
  • dottorandi;
  • personale tecnico-amministrativo.

Come faccio a richiedere i materiali che mi interessano?

Dopo aver localizzato il materiale desiderato nel catalogo di Ateneo  e individuato la biblioteca a cui inviare la richiesta, gli utenti devono scrivere a elena.gazzaniga@unimi.it con oggetto: Prestito intrasistemico.

Possono essere inoltrate contemporaneamente 3 richieste di prestito o di fornitura documenti.
I volumi richiesti tramite il prestito intersistemico possono essere ottenuti in prestito a domicilio per  20 giorni. Il prestito non è prorogabile.


Quanto tempo ci vuole per avere un libro o un articolo?

Libri: massimo 7 giorni lavorativi.

Articoli: massimo 3 giorni lavorativi.

I giorni si calcolano a partire dal giorno successivo a quello della richiesta.
In caso il tempo di fornitura superasse quanto indicato, il personale della Biblioteca motivera' via e-mail il ritardo.


Quali materiali si possono avere in prestito?

In genere sono disponibili per il prestito intrasistemico tutti i volumi disponibili per il prestito locale.

Tuttavia alcune biblioteche hanno materiali esclusi dal servizio:

  • i libri di testo;
  • i materiali riservati per la didattica;
  • i materiali riservati per la ricerca.
E' necessario quindi verificare nell'elenco delle biblioteche aderenti quali siano i documenti esclusi dal prestito intrasistemico.

La Biblioteca del Dipartimento di Studi internazionali esclude dal prestito intrasistemico tutte le opere in sola consultazione interna, come esplicitamente indicato nel catalogo di Ateneo.


Potete spedirmi a casa il libro o mandarmi l'articolo via fax?

La Biblioteca del Dipartimento di Studi Internazionali non spedisce a domicilio ne' presso lo studio del richiedente volumi, articoli o saggi richiesti al servizio "Libri in movimento".

Per il ritiro è necessario recarsi in Biblioteca secondo gli orari previsti.

 


Potete spedirmi un pdf dell'articolo?

La legge sul diritto d’autore (L. 633/1941 e successive modifiche) prevede che le pubblicazioni a stampa possano essere riprodotte nel limite del 15% per esclusivo uso personale soltanto per mezzo di fotocopia, xerocopia o sistema analogo.

Non è prevista quindi la riproduzione in formato elettronico.


Si può richiedere materiale in formato elettronico?

Il servizio "Libri in movimento" non prevede la fornitura di articoli o saggi da E-Journal e/o E-book.
Infatti ciascun utente, che possiede una casella e-mail di Ateneo (@studenti.unimi.it o @unimi.it),  può liberamente accedere a tutti i contenti della Biblioteca Digitale di Ateneo sia dall'Università sia da casa.


Si possono richiedere materiali da ogni biblioteca?

E' possibile richiedere attraverso la Biblioteca del Dipartimento di Studi Internazionali, libri e/o articoli a qualsiasi biblioteca aderente al servizio, ad esclusione della Biblioteca di Scienze Politiche “E. Collotti Pischel” e del CEDOC, perché anch'essi sono localizzati in via Conservatorio 7.