Prestito e consultazione

indice paragrafi

A chi si rivolge

  • Il prestito a domicilio del materiale librario è consentito a tutti gli utenti istituzionali dell’Università degli studi di Milano e degli atenei convenzionati (Bicocca e Insubria);
  • Gli utenti esterni all’università possono accedere al servizio di prestito solo dopo aver compilato e fatto firmare un modulo di malleveria da un docente o ricercatore dell’ateneo oppure dal direttore della biblioteca (scarica modulo di malleveria[apre una nuova finestra])
  • Anche gli studenti iscritti ai corsi singoli possono accedere al prestito: il personale della biblioteca verificherà la presenza in anagrafica dei dati dello studente.

Cosa è necessario per accedere

Il prestito è personale e per accedervi l’utente deve identificarsi al personale della biblioteca presentando il tesserino di riconoscimento.

Nel caso l’utente non potesse ritirare personalmente il volume desiderato è possibile delegare altri al ritiro: in tal caso l’utente compilerà e sottoscriverà in carta semplice una delega accompagnata da una fotocopia di un documento di identità.


Modalità e tempi

E’ possibile accedere al prestito di 10 volumi della biblioteca contemporaneamente: si ricorda che il numero dei libri prestabili non è cumulativo ma riguarda ciascuna biblioteca: quindi, ad esempio, aver richiesto in prestito 10 volumi alla biblioteca del Polo di Mediazione Interculturale e Comunicazione non impedisce all’utente di accedere al prestito di altri volumi in altre biblioteche dell’ateneo.

Il prestito ha una durata massima di 30 giorni. Al termine di questo periodo l’utente è tenuto a restituire il volume nello stato in cui è stato preso: nel caso in cui il libro restituito fosse in grave stato di degrado verrà chiesto all’utente di riacquistarlo. Si ricorda, a tal riguardo, che eventuali obiezioni sullo stato dell’opera devono essere fatte al momento del ritiro.

Alcuni volumi, contraddistinti in OPAC dalla segnatura MIC.T., hanno una circolazione particolarmente ampia: la durata del prestito per questi titoli è di 15 giorni.

La durata del prestito può essere prorogata per 15 giorni per due volte consecutive (15 + 15) ma solo se sul volume non esiste una prenotazione di altro utente.


Prenotazioni e richieste di prestito

Se il volume che ci interessa non è presente in biblioteca ma risulta già prestato ad altro utente è possibile prenotarlo. La prenotazione garantisce la disponibilità del volume al suo rientro in biblioteca: l’utente che ha effettuato la prenotazione viene avvisato tramite email (all’indirizzo nome.cognome@studenti.unimi.it o nome.cognome@unimi.it) che il libro è stato restituito e ha 3 giorni per poterlo ritirare. Superato questo periodo il volume risulterà liberamente circolabile.

Mentre la prenotazione riguarda volumi già in prestito ad altri utenti, la richiesta di prestito si riferisce a materiale presente in biblioteca e non prenotato da altri utenti, quindi liberamente accessibile. E’ utile, a esempio, nel caso in cui l’utente che venga da altra sede dell’ateneo o da altra città non voglia rischiare che nel periodo di tempo necessario per raggiungere la biblioteca il libro vada in prestito ad altri.


Ritardo nella restituzione

Superati 3 giorni dalla scadenza del prestito l’utente viene sospeso in tutte le biblioteche fino alla restituzione dei volumi: questo vuol dire che non sarà possibile accedere ad alcuni servizi del sistema bibliotecario come il prestito e la prenotazione.

Al momento della restituzione, la biblioteca del Polo di Mediazione Interculturale e Comunicazione sospenderà l’utente dal proprio servizio di prestito per un periodo pari al doppio del ritardo.