Carta dei servizi

In vigore dal 04/10/2017

Il Sistema Bibliotecario di Ateneo (SBA) è l’insieme coordinato delle strutture incaricate di sviluppare, gestire, valorizzare e mettere a disposizione degli utenti il patrimonio bibliografico e documentale dell’Università degli Studi di Milano. Ne fanno parte:
- le  biblioteche, punti decentrati di erogazione dei servizi;
- la Divisione Coordinamento delle Biblioteche, struttura di coordinamento del sistema e di gestione dei servizi centralizzati;
- la Biblioteca Digitale, struttura che gestisce l’acquisizione e organizza l’accesso alle risorse elettroniche e digitali;
- i Consigli delle biblioteche e i Direttori scientifici; - la Commissione d’Ateneo per le Biblioteche (CAB), organo collegiale consultivo e di indirizzo.

1. Principi generali
2. Utenti
3. Servizi
4. Tutela dei diritti degli utenti
5. Valutazione dei servizi

Appendice: elenco delle biblioteche

1. Principi generali

La Carta descrive i principi e le modalità di erogazione dei servizi da parte delle biblioteche (si veda l’appendice) allo scopo di agevolare i rapporti con gli utenti.
Le raccolte bibliografiche dei Dipartimenti che non sono ancora state accorpate alle biblioteche di riferimento offrono un numero limitato di servizi in ragione delle proprie caratteristiche organizzative e logistiche.

La Carta del Sistema Bibliotecario costituisce il documento di riferimento e di indirizzo per i Regolamenti dei servizi delle biblioteche.

La Carta è un patto tra gli utenti e lo SBA. Contiene regole trasparenti e impegni reciproci.
Essa descrive le prestazioni che lo SBA si impegna ad assicurare, il loro livello di qualità e le modalità della loro fruizione, nonché le forme di partecipazione degli utenti.

Nell’erogare i servizi lo SBA e le biblioteche si ispirano ai seguenti principi:

Uguaglianza e imparzialità Lo SBA e le biblioteche forniscono i servizi sulla base della parità di trattamento per tutti gli utenti. Disparità nell’erogazione e nella fruizione dei servizi possono essere previste in ragione di particolari condizioni organizzative, di determinate tipologie di materiale o di giustificate esigenze proprie di specifiche categorie di utenti.

Continuità e accesso I servizi sono forniti con continuità e regolarità. Eventuali cambiamenti o interruzioni nell’erogazione o modifiche degli orari sono preannunciati sul portale del Sistema Bibliotecario e sulle pagine web delle biblioteche, garantendo il massimo impegno per la riduzione del disagio e la riattivazione dei servizi.
Lo SBA sostiene la semplificazione delle procedure, improntandole a chiarezza e comprensibilità, e stabilisce orari e tempi di erogazione il più possibile corrispondenti alle esigenze degli utenti.

Partecipazione e trasparenza Lo SBA promuove forme di partecipazione degli utenti, siano essi individui o gruppi, garantendo loro modalità efficaci per inoltrare suggerimenti, richieste, osservazioni e reclami.
A livello istituzionale la partecipazione è garantita dalla presenza di rappresentanti delle principali categorie di utenti negli organi di indirizzo delle biblioteche e nella CAB.
Attraverso il portale, le pagine web delle biblioteche e altri strumenti lo SBA garantisce un’informazione puntuale sulle modalità di erogazione dei servizi con un linguaggio chiaro e accessibile, promuovendo altresì l’ampia diffusione dei Regolamenti dei servizi delle biblioteche.

Efficienza ed efficacia L’organizzazione coordinata dei servizi è improntata a criteri di efficienza ed efficacia.
Le tipologie delle collezioni, i criteri e le modalità del loro sviluppo e della loro gestione sono adeguati alle finalità di servizio. Lo SBA cura la formazione e l’aggiornamento professionale del personale bibliotecario quali importanti fattori di miglioramento. La cooperazione con sistemi bibliotecari esterni è assunta quale strumento strategico di ottimizzazione delle risorse per un incremento della qualità dei servizi resi.
Nell’ottica di un miglioramento costante, lo SBA si impegna a rilevare periodicamente il livello di qualità dei servizi erogati.

2. Utenti

L’accesso ai servizi è garantito a tutti coloro che hanno un rapporto diretto e ufficiale con l’Università degli Studi di Milano (utenti istituzionali), compresi coloro che appartengono a università o enti convenzionati:

a) gli studenti regolarmente iscritti ai corsi di laurea e ai master dell’Ateneo;
b) gli studenti in mobilità aderenti a programmi internazionali sottoscritti dall’Ateneo;
c) i docenti e i ricercatori dell’Ateneo;
d) i collaboratori linguistici, i titolari di assegno di ricerca, i borsisti, gli iscritti ai dottorati di ricerca, alle scuole di specializzazione, ai corsi di perfezionamento dell’Ateneo, nonché i collaboratori a vario titolo ufficialmente afferenti alle strutture dell’Ateneo;
e) i visiting professor nell’ambito di scambi ufficiali con l’Ateneo;
f) il personale tecnico-amministrativo dell’Ateneo;
g) i docenti, i ricercatori, gli studenti e gli affiliati di università o di enti convenzionati, sulla base di quanto previsto dalle convenzioni sottoscritte dall’Ateneo.

Agli esterni l’accesso è garantito secondo le modalità previste per i singoli servizi.

Le biblioteche e i centri di documentazione di altri enti costituiscono una particolare categoria di utenti limitatamente ai servizi interbibliotecari.

3. Servizi

Lo SBA si impegna a uniformare le modalità di erogazione e di fruizione dei servizi, riducendo eventuali differenze non giustificate dalle tipologie degli utenti e dei materiali documentali.


indice paragrafi

3.1 Accesso alle collezioni e consultazione

Lo SBA si impegna a semplificare l’accesso alle proprie collezioni, cartacee e digitali, mediante la predisposizione di strumenti di ricerca online il più possibile integrati e semplici da utilizzare. A questo scopo cura la gestione e l’aggiornamento del Catalogo di AteneoLink verso un sito esterno, della sua applicazione mobile (la app bibliounimi) e dell’interfaccia della Biblioteca Digitale.

Le biblioteche rendono accessibile il materiale posseduto mediante modalità compatibili con le esigenze di studio, di ricerca e di tutela delle collezioni. Esse ne organizzano la consultazione in sede mediante la predisposizione di spazi, arredi e attrezzature dedicati e l’adozione di orari di apertura il più possibile adeguati alle esigenze dell’utenza.
Le sale di lettura sono prioritariamente destinate alla fruizione delle collezioni e dei servizi delle biblioteche. L’accesso per lo studio su materiale proprio è consentito nei casi in cui il personale riscontri disponibilità di posti a sedere.
Per favorire le esigenze di studio degli utenti, l’Università prevede l’apertura in orario serale e nei fine settimana di due sale di lettura situate nelle sedi principali dell’Ateneo (sede centrale e Città studi) senza poter garantire l’accesso alle collezioni e ai servizi.

Destinatari del servizio
Tutte le tipologie di utenti.

Modalità di accesso e fruizione
L’accesso è diretto per i libri, le riviste e gli altri materiali conservati nelle sale di lettura o in sale accessibili a tutti gli utenti (collocazione a scaffale aperto).
Nel caso di materiali conservati in locali ad accesso riservato ad alcune categorie di utenti o al solo personale (collocazione in sale riservate o a magazzino) gli utenti non autorizzati devono rivolgersi agli addetti per richiedere la consegna delle opere di loro interesse.
Particolari modalità di consultazione possono essere previste per opere antiche, audiovisivi, microforme, carte geografiche e altri materiali speciali.

Orario di accesso al servizio
Il servizio è erogato in modo continuativo durante l’orario di apertura delle biblioteche.

Tempi di distribuzione
L’accesso dei materiali a scaffale aperto è immediato, compatibilmente con gli orari di apertura delle strutture; la distribuzione dei materiali collocati in sale riservate o a magazzino avviene di norma al momento della richiesta, salvo nel caso di depositi  dislocati a distanza o di particolari condizioni organizzative delle singole biblioteche.

Disponibilità delle nuove acquisizioni
I volumi, i fascicoli delle riviste e gli altri materiali acquisiti sono resi disponibili nel minor tempo possibile e comunque entro 30 giorni dal ricevimento in biblioteca.

 

3.2 Servizio di prestito

Destinatari del servizio
Gli utenti istituzionali sono iscritti al servizio per la durata del loro rapporto con l’Ateneo; gli utenti degli atenei e degli altri enti convenzionati sono iscritti al servizio per la durata della convenzione e del loro rapporto con l’ente di provenienza.

Gli utenti esterni interessati possono richiedere l’iscrizione temporanea presso tutte le biblioteche appartenenti alla medesima area disciplinare (si veda l’appendice) esibendo una malleveria, ossia un modulo di presentazione debitamente compilato e firmato da un docente della area stessa, il quale si fa garante della restituzione dei volumi e del rispetto del regolamento del servizio da parte dell’utente. Il modulo potrà essere ritirato in biblioteca o scaricato dal portale dello SBA e/o dalle pagine web delle biblioteche.

Tipologie di prestito

a) prestito esterno: è la forma standard di prestito e riguarda tutti i libri e i documenti ammessi al servizio, ad esclusione di quelli regolamentati dalle successive tipologie di prestito. Viene erogato da tutte le biblioteche secondo i parametri riportati nella tabella sottostante:

  Studenti e assimilati* Docenti, personale tecnico amministrativo e assimilati** Esterni con malleveria
Quantità garantito un minimo di 20 voll. garantito un minimo di 20 voll. 3 volumi
Durata 30 giorni 60 giorni 30 giorni
Proroghe almeno 2 di 20 giorni almeno 2 di 20 giorni almeno 2 di 20 giorni

* Gli studenti regolarmente iscritti ai corsi di laurea e ai master dell’Ateneo; gli studenti in mobilità aderenti a programmi internazionali sottoscritti dall’Ateneo.
** I docenti e i ricercatori dell’Ateneo; i visiting professor nell’ambito di scambi ufficiali con l’Ateneo; i collaboratori linguistici, i titolari di assegno di ricerca, i borsisti, gli iscritti ai dottorati di ricerca, alle scuole di specializzazione, ai corsi di perfezionamento dell’Ateneo, nonché i collaboratori a vario titolo ufficialmente afferenti alle strutture dell’Ateneo; il personale tecnico-amministrativo dell’Ateneo.

b) prestito dei libri per gli esami:  è il servizio di prestito dei testi adottati per gli esami erogato da tutte le biblioteche. I volumi sono individuabili all’interno del Catalogo di AteneoLink verso un sito esterno e sono ammessi al prestito secondo i parametri riportati nella tabella sottostante:

  Biblioteche delle aree biomedica e scientifica Biblioteche dell’area umanistica, giuridico economica e politico sociale
Quantità 3 volumi 3 volumi
Durata 21 giorni 15 giorni
Proroghe almeno 2 di 20 giorni non previste

c) prestito per il Diritto allo studio: nell’ambito degli interventi per il Diritto allo studio promossi dall’Ateneo con il contributo della Regione Lombardia, lo SBA mette a disposizione dei propri studenti una collezione interdisciplinare di libri per gli esami complementare alle collezioni raccolte dalle biblioteche con il medesimo scopo. I volumi sono individuabili all’interno del Catalogo di AteneoLink verso un sito esterno e sono ammessi al prestito secondo parametri che ne favoriscono un utilizzo prolungato:

Quantità 7 volumi
Durata 90 giorni
Proroghe 5 proroghe di 30 giorni

Il servizio viene attualmente erogato nelle seguenti biblioteche: Biblioteca Biomedica di Città Studi, Sezione Prestito per il Diritto allo studio; Biblioteca di Studi giuridici e umanistici, Sala del Settecento; Biblioteca del Polo centrale di medicina e chirurgia, Sezione Prestito per il Diritto allo studio; Biblioteca di Mediazione interculturale e comunicazione; Biblioteca di Informatica, Sede di Crema.

d) prestito intrasistemico (“Libri in movimento”): permette di ricevere in prestito presso la propria biblioteca di riferimento libri provenienti da altre biblioteche dell’Ateneo normalmente ammessi al prestito esterno standard. I volumi devono essere restituiti nella stessa biblioteca in cui sono stati ritirati. Il servizio non è attivo tra biblioteche collocate nella stessa sede o in sedi contigue, indicate nel portale web dello SBA. Il servizio viene erogato secondo i parametri riportati nella tabella sottostante:

Quantità 3 volumi
Durata 21 giorni
Proroghe non previste


Modalità di fruizione
La condizione di prestabilità delle opere è definita in relazione a specifiche esigenze di studio, ricerca o tutela dei materiali. Sono comunque escluse le opere antiche, rare, di pregio e la musica a stampa. Specifiche condizioni di circolazione possono, inoltre, essere previste per i materiali non librari (CD musicali, CD-ROM, DVD, ecc.).
Le condizioni di fruizione delle singole opere sono segnalate nel Catalogo di Ateneo.

Per la registrazione del prestito gli utenti devono rivolgersi agli addetti presso il banco di accoglienza; per portare a termine la procedura può venire loro richiesta l’esibizione di un documento attestante l’identità. In alcune biblioteche sono attive postazioni di autoprestito che permettono di registrare autonomamente le transazioni.
Quando la tipologia di prestito lo prevede, è possibile richiederne la proroga a partire dal quarto giorno precedente la scadenza, fatte salve eventuali prenotazioni da parte di altri utenti. Le proroghe possono essere richieste online, tramite l’area personale del Catalogo di Ateneo e l’app bibliounimi, o con altre modalità descritte nei Regolamenti dei servizi e nelle pagine web delle biblioteche. I prestiti scaduti non vengono prorogati.
Al momento della restituzione gli utenti possono richiedere la consegna di una ricevuta che la biblioteca può inviare anche in formato digitale all’indirizzo di posta elettronica istituzionale dell’utente.
Il prestito è personale, non può essere trasferito ad altri e deve concludersi con la restituzione dei volumi entro il termine di scadenza e nelle condizioni in cui sono stati prelevati. Gli utenti si impegnano a rispettare i tempi previsti per la riconsegna del materiale avuto in prestito e a rispondere tempestivamente ai solleciti. E’ possibile incaricare terzi del ritiro dei volumi: il delegato dovrà esibire una delega scritta e una fotocopia del documento di identità del delegante.

Richieste di prestito, prenotazioni e proroghe online
Tramite il Catalogo di AteneoLink verso un sito esterno e la app bibliounimi, previo inserimento delle credenziali di Ateneo, gli utenti possono:
- riservare i volumi per 3 giorni, inoltrando una richiesta di prestito;
- prenotare i libri già in prestito; al rientro dei volumi prenotati la biblioteca avvisa l’utente entro il giorno successivo, mentre l’utente ha 3 giorni lavorativi per ritirare i documenti;
- richiedere la proroga del prestito a partire dal quarto giorno precedente la scadenza (in assenza di prenotazioni).

Orario di accesso al servizio
L’orario del servizio corrisponde, con minime variazioni, all’orario di apertura delle biblioteche.

Tempi di erogazione
Ottenuti i volumi dalla sala di lettura o dal magazzino, la registrazione del prestito avviene di fronte all’utente, contestualmente alla richiesta; analogamente la registrazione della restituzione è effettuata senza tempi di attesa.

Sanzioni
La mancata restituzione entro la data prevista comporta l’esclusione dal servizio presso tutte le biblioteche dello SBA finché il libro non viene riconsegnato; la restituzione dell’opera oltre 3 giorni dalla data di scadenza prevede la sospensione dal servizio presso la biblioteca prestante per un periodo di tempo doppio a quello del ritardo maturato.
Gli utenti sono responsabili personalmente delle opere prese in prestito a proprio nome. Il danneggiamento o la mancata restituzione dell’opera prestata comportano il riacquisto della stessa a spese del titolare del prestito o, se fuori  stampa, di un’opera considerata di equiparabile valore intellettuale suggerita dalla biblioteca.
Per favorire la circolazione delle opere e semplificare le procedure, le biblioteche si impegnano a inviare alla casella di posta elettronica istituzionale degli utenti le comunicazioni relative ai termini di scadenza dei prestiti in corso (preavviso a 4 giorni dalla scadenza, lettere di sollecito trascorsa la data prevista per la restituzione).
Per periodi di ritardo superiori a 60 giorni le biblioteche dispongono, in accordo con le Segreterie didattiche, il blocco della carriera per gli studenti; la rimozione del blocco verrà disposta solo alla restituzione del prestito. Prima di procedere le biblioteche devono aver inviato all’interessato almeno tre solleciti e una ulteriore comunicazione che indichi la data a partire dalla quale – persistendo la condizione di morosità – verrà attuata la sanzione. La rimozione del blocco non elimina la prevista sospensione dal servizio presso la biblioteca prestante.

Restrizioni
Per poter accedere al servizio gli utenti non devono avere prestiti scaduti nelle biblioteche dello SBA; gli studenti devono, inoltre, essere in regola con il pagamento delle tasse universitarie.

 

3.3 Prestito interbibliotecario e fornitura di documenti

Le biblioteche forniscono ai propri utenti i seguenti servizi interbibliotecari:

-  prestito interbibliotecario, ossia recupero presso biblioteche italiane e straniere (di seguito fornitori) di libri non disponibili nelle biblioteche dello SBA;

- fornitura di documenti (Document Delivery), ossia recupero  da biblioteche italiane e straniere di copie di articoli di periodici e di capitoli di libri non disponibili nelle biblioteche dello SBA;

- servizio intrasistemico di fornitura di documenti (“Libri in movimento”), ossia recupero  da altre biblioteche dell’Ateneo di copie di articoli di periodici e di capitoli di libri cartacei. Il servizio non è attivo tra biblioteche localizzate nella stessa sede o in sedi contigue, indicate nel portale web dello SBA.

Le biblioteche erogano i servizi di prestito interbibliotecario e di fornitura di documenti (Document Delivery) alle biblioteche e ai centri di documentazione di istituzioni italiane e straniere che ne facciano richiesta.

Per rendere più efficienti i servizi interbibliotecari lo SBA e/o le singole biblioteche aderiscono a reti di cooperazione; possono altresì avvalersi di servizi a pagamento istituzionali o commerciali.

I servizi interbibliotecari vengono svolti nel rispetto della normativa vigente in materia di diritto d'autore e dalle specifiche licenze d'uso sottoscritte per alcune tipologie di risorse, nonché nei limiti imposti da ragioni di conservazione e dalle condizioni definite dal fornitore.

Destinatari del servizio Gli utenti istituzionali, le biblioteche e i centri di documentazione di altri enti.

Modalità di fruizione

a) Utenti istituzionali
Gli utenti istituzionali devono rivolgersi alla propria biblioteca di riferimento o alla biblioteca dell’area disciplinare dei documenti di loro interesse.
Lo SBA e le biblioteche prevedono modalità specifiche per l’inoltro delle richieste (e-mail, compilazione di moduli in biblioteca, ecc.), favorendo l’utilizzo di moduli online. Le biblioteche supportano gli utenti nell’individuazione dei documenti di loro interesse attraverso il servizio di “Orientamento, assistenza e informazione bibliografica (servizio di reference)”. Le biblioteche si riservano di scegliere il servizio di fornitura più efficiente ed efficace in relazione alla richiesta, informando tempestivamente gli utenti dell’eventuale prolungarsi dei tempi di erogazione, di costi aggiuntivi o dell’impossibilità di evadere la richiesta; l’utente può rinunciare alla fornitura prima che la richiesta venga definitivamente inoltrata.
Spese a carico dell’utente possono essere definite dalle singole strutture in base a eventuali tariffe richieste dalle biblioteche fornitrici o in ragione del calcolo dei costi sostenuti dalle biblioteche dello SBA.

I servizi vengono erogati secondo i seguenti parametri:

Servizio Quantità
Prestito interbibliotecario garantite  almeno 3 richieste contemporanee
Fornitura documenti (Document Delivery) garantite almeno 5 richieste alla settimana

Le biblioteche si impegnano a elaborare le richieste in ordine di arrivo entro 2 giorni lavorativi, fatti salvi i limiti definiti dalla tabella soprastante. I tempi di fornitura, le modalità e la durata del prestito dipendono dal regolamento della biblioteca fornitrice.
Entro il giorno successivo all’arrivo in biblioteca dei documenti richiesti le biblioteche ne informano l’utente; nel caso di prestito interbibliotecario, comunicano all’utente i tempi della restituzione alla biblioteca fornitrice.

b) Biblioteche e centri di documentazione di altri enti
Le biblioteche e i centri di documentazione devono rivolgersi alle biblioteche che possiedono i documenti o ai punti di servizio centralizzati come indicato nelle schede anagrafiche dei cataloghi locali o collettivi e nel portale web dello SBA, secondo le modalità indicate nelle stesse pagine.
Le biblioteche dello SBA si impegnano a elaborare le richieste in ordine di arrivo entro 2 giorni lavorativi, fatte salve eventuali condizioni previste dalla partecipazione a specifici circuiti di scambio o eventuali periodi di attesa dovuti alla conservazione del materiale presso sedi distaccate o magazzini distanti.
Per le biblioteche di enti convenzionati valgono gli accordi di volta in volta stabiliti.

Sanzioni
Per ritardi nella consegna dei documenti ricevuti in prestito interbibliotecario, danneggiamento o mancata restituzione dei volumi sono in vigore le sanzioni previste per il servizio di prestito.

In caso di mancato ritiro del materiale richiesto e del mancato pagamento dell’eventuale tariffa prevista a rimborso, le strutture possono procedere alla sospensione temporanea degli utenti dai servizi della biblioteca fino al saldo del debito.

Restrizioni
Per favorire una maggiore efficacia ed efficienza del servizio, le singole biblioteche dello SBA possono non effettuare scambi interbibliotecari con le biblioteche di altri enti situati nella stessa area urbana, preferendo indirizzarvi direttamente gli utenti, fatti salvi eventuali accordi previsti dalle convenzioni in essere. Indicazioni dettagliate sono contenute nei Regolamenti dei servizi e nelle pagine web delle biblioteche.

 

3.4 Servizi per utenti con disabilità o DSA

Lo SBA contribuisce a garantire il diritto allo studio degli studenti con disabilità o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) registrati al Servizio dell’Ateneo, garantendo loro l’accesso alle raccolte delle biblioteche. A questo scopo promuove modalità specifiche di erogazione dei servizi in relazione alla domanda e alla disponibilità delle risorse e si impegna a rimuovere eventuali ostacoli alla fruizione delle collezioni.

In particolare lo SBA  cura l’accessibilità del Catalogo di Ateneo e agevola la fruizione del servizio di prestito prevedendone l’estensione della durata per gli utenti con disabilità o DSA. Incoraggia inoltre gli utenti a utilizzare il servizio ordinario di prestito intrasistemico (“Libri in movimento”) per ricevere presso la propria biblioteca di riferimento libri o copie di articoli cartacei provenienti da altre biblioteche dell’Ateneo, senza le limitazioni normalmente previste dalla versione standard del servizio per le biblioteche localizzate nella stessa sede o in sedi contigue.

 

3.5 Biblioteca Digitale

Attraverso la Biblioteca Digitale lo SBA mette a disposizione dei propri utenti istituzionali un’ampia collezione di risorse elettroniche a supporto delle esigenze di studio e di ricerca dell’Ateneo: le raccolte comprendono le principali banche dati bibliografiche specialistiche, gli e-journal e gli e-book dei maggiori editori accademici e delle società di ricerca, selezionati a copertura delle aree disciplinari rappresentate in Ateneo.
Lo SBA cura inoltre l’integrazione dell’offerta bibliografica digitale con le collezioni cartacee in termini di accesso e di fisionomia delle raccolte.

Destinatari del servizio
Hanno diritto alla consultazione delle collezioni della Biblioteca Digitale gli utenti istituzionali dell’Ateneo, ovvero gli studenti regolarmente iscritti e i docenti, i ricercatori e il personale tecnico-amministrativo in servizio.

Modalità di accesso e fruizione
Le raccolte della Biblioteca Digitale sono accessibili dal portale web del Sistema Bibliotecario tramite un’interfaccia di ricerca dedicata e sono direttamente consultabili dalle postazioni presenti nelle biblioteche e negli altri locali dell’Ateneo oppure, previa autenticazione con le credenziali istituzionali, dai dispositivi personali degli utenti in modalità off campus.

Le collezioni digitali sono disponibili continuativamente 24 ore su 24, fatti salvi interventi di manutenzione delle piattaforme informatiche o contingenze legate agli accordi con gli editori. Eventuali interruzioni del servizio vengono segnalate tempestivamente sul portale web dello SBA e risolte nel più breve tempo possibile.
La Biblioteca Digitale cura un servizio di assistenza, raggiungibile alla casella di posta elettronica indirizzo di posta bd.help@unimi.it, attivo negli orari e nei giorni di apertura degli uffici dell’Ateneo.

La consultazione della Biblioteca Digitale avviene nel rispetto delle clausole contenute nelle licenze di acquisizione del materiale e, più in generale, nel rispetto della normativa sul diritto d’autore.

 

3.6 Accesso a Internet

In ogni biblioteca sono attrezzate postazioni di lavoro collegate a Internet dalle quali è possibile consultare il Catalogo di Ateneo, il portale del Sistema Bibliotecario, la Biblioteca Digitale e altre risorse utili per lo studio e la ricerca.
La navigazione in Internet al di fuori dei siti dell’Ateneo richiede  il riconoscimento dell’utente tramite le credenziali istituzionali o le credenziali fornite dalla biblioteca.

Gli utenti istituzionali possono accedere con il proprio PC, smartphone o tablet alla rete wireless di Ateneo. L’accesso avviene con l’immissione delle credenziali istituzionali. Il servizio è disponibile anche per gli utenti esterni appartenenti agli enti che aderiscono alla federazione di università ed enti di ricerca Eduroam. Per gli esterni autenticati non è disponibile l’accesso alla Biblioteca Digitale.

 

3.7 Riproduzione

Nei limiti previsti dalla normativa vigente in materia di diritto d’autore e nel rispetto della salvaguardia dello stato dei volumi, le biblioteche offrono il servizio di riproduzione del proprio patrimonio bibliografico cartaceo. E’ inoltre disponibile, entro i limiti concessi dalle singole licenze d’uso sottoscritte con gli editori, il servizio di stampa per le collezioni elettroniche della Biblioteca Digitale di Ateneo.

Destinatari del servizio
Tutte le tipologie di utenti.

Modalità di erogazione
Il servizio è erogato a pagamento con apparecchiature self-service disponibili all’interno delle strutture tramite il badge di Ateneo distribuito agli studenti (Carta La Statale) o tramite tessere acquistabili dai distributori automatici presenti negli spazi universitari.

Orario di accesso al servizio
Il servizio fotocopie/stampe viene garantito in modo continuativo durante l’orario di apertura delle biblioteche.

Restrizioni
La riproduzione in qualsiasi forma non è consentita qualora sia contraria alle norme sul diritto d’autore o qualora la procedura metta a rischio la conservazione del materiale.

 

3.8 Consultazione degli Archivi

Presso alcuni centri e biblioteche dell’Ateneo sono conservati archivi documentari di personalità e istituzioni del mondo accademico, della cultura e dell’editoria, nonché l’Archivio storico dell’Università. L’elenco e la descrizione sintetica dei fondi si trovano nel portale dello SBA e nelle pagine web delle singole biblioteche.
La maggior parte degli archivi è stata ordinata e descritta; di molti esiste un inventario elettronico, consultabile tramite un’interfaccia web curata dal Sistema Bibliotecario.

Destinatari del servizio
Tutte le tipologie di utenti.

Modalità di accesso e utilizzo
La consultazione avviene su appuntamento. Specifiche modalità di accesso e di utilizzo sono contenute nei Regolamenti dei servizi delle singole biblioteche, in ragione delle particolarità dei fondi e/o della tipologia dei documenti.

La consultazione e la divulgazione dei documenti avvengono nel rispetto della normativa vigente in materia di protezione dei dati personali e di tutela del diritto d’autore.
Ogni citazione o utilizzo devono essere corredati dall’esplicito riferimento alla sede di conservazione, al fondo archivistico, alla serie e alla unità consultata.

 

3.9 Orientamento, assistenza e informazione bibliografica (servizio di reference)

Attraverso il servizio di orientamento, assistenza e informazione bibliografica (servizio di reference), lo SBA offre risposte adeguate alle esigenze informative di studio e di ricerca degli utenti nel rispetto delle licenze di acquisizione del materiale elettronico e, più in generale, della normativa sul diritto d’autore.

Destinatari del servizio
Tutte le tipologie di utenti.

Modalità di fruizione
Compatibilmente con l’organizzazione e lo svolgimento quotidiano dei servizi, il personale delle biblioteche fornisce a chi ne faccia richiesta un primo orientamento ai servizi bibliotecari oltre a un’assistenza di base alla ricerca nei cataloghi e all’uso delle collezioni cartacee e digitali.

Relativamente alla propria area disciplinare, su appuntamento le biblioteche forniscono assistenza per ricerche bibliografiche specialistiche e compilazione di bibliografie, nonché supporto all’uso avanzato di cataloghi e altri strumenti di ricerca bibliografica cartacei e online.

Lo SBA organizza inoltre il servizio centralizzato di reference a distanza “Chiedi al bibliotecario”. Tramite un modulo online gli utenti possono indirizzare alle biblioteche richieste di orientamento e prima assistenza (informazioni sui servizi bibliotecari, quesiti semplici di natura bibliografica, indicazioni sulle strategie di ricerca e sulle fonti da consultare) alle quali riceveranno risposta entro 3 giorni lavorativi.

Restrizioni
L’assistenza per le ricerche bibliografiche specialistiche e la compilazione di bibliografie si svolge unicamente su appuntamento; di norma gli appuntamenti vengono programmati in tempi brevi: nel caso in cui il numero delle richieste ne impedisca la regolare evasione, verrà data precedenza agli utenti istituzionali.

 

3.10 Attività di formazione degli utenti

Lo SBA e le biblioteche promuovono iniziative di orientamento e formazione volte a diffondere una migliore conoscenza dei servizi, delle risorse e degli strumenti offerti e, più in generale, a migliorare le competenze informative degli utenti. A questo scopo predispongono anche materiali di supporto all’attività in presenza fruibili online (guide e tutorial).
Per garantire una maggiore efficacia, le attività sono di norma diversificate per profili di utenza. Il calendario e le informazioni vengono tempestivamente pubblicati sul portale web dello SBA.
Lo SBA e le biblioteche partecipano inoltre alle iniziative di orientamento organizzate periodicamente dall’Ateneo.

Attraverso il monitoraggio dei risultati e periodiche rilevazioni delle esigenze dei potenziali destinatari lo SBA e le biblioteche migliorano costantemente il servizio individuando nuovi contenuti e differenziando le modalità di erogazione.

Destinatari del servizio
Gli utenti istituzionali.

 

3.11 Informazione e comunicazione

Lo SBA gestisce e aggiorna il proprio portale web quale principale strumento per fornire con continuità informazioni aggiornate sulle biblioteche, sui servizi e sulle relative modalità di accesso e fruizione. Le comunicazioni sono improntate a chiarezza e comprensibilità.
Lo SBA e le biblioteche pianificano iniziative di promozione delle raccolte bibliografiche, dei fondi archivistici e delle collezioni digitali; comunicano i miglioramenti dei servizi esistenti e promuovono i nuovi attraverso interventi rivolti anche a settori specifici di utenza; partecipano inoltre alle iniziative organizzate periodicamente dall’Ateneo.
Le biblioteche utilizzano la casella di posta elettronica fornita dall’Ateneo come strumento di comunicazione preferenziale con gli utenti istituzionali.

 

4. Tutela dei diritti degli utenti

Diritti e doveri
Gli utenti hanno diritto a usufruire dei servizi dello SBA e delle biblioteche secondo le specifiche modalità previste. I servizi sono erogati rispettando i tempi dichiarati nella presente Carta o, ove non specificati, nel tempo più breve possibile.
Il personale dello SBA assicura agli utenti un’assistenza pronta ed efficace per una ottimale fruizione dei servizi, garantendo loro il diritto alla riservatezza dei dati personali. Durante il servizio e nelle comunicazioni personali, telefoniche o epistolari il personale è tenuto, a richiesta dell’interlocutore, a qualificarsi con nome e cognome.

Gli utenti sono tenuti a rispettare le norme contenute nella presente Carta e nei Regolamenti interni di ciascuna biblioteca. In questo modo contribuiscono a garantire il buon funzionamento dei servizi nel rispetto dei diritti degli altri utenti e delle loro necessità di studio. In particolare gli utenti sono tenuti a trattare con cura il materiale bibliografico, a rispettare le scadenze, a non arrecare disturbo, a mantenere comportamenti corretti nei confronti delle persone presenti nelle biblioteche, a non provocare danni a strumenti, arredi e materiali, a utilizzare i materiali e gli strumenti informatici esclusivamente per finalità di studio e di ricerca.
Il personale può chiedere agli utenti di identificarsi mediante un documento di identità e, se necessario, allontanare chi arreca disturbo o viola le norme di comportamento.

La biblioteca non risponde in alcun modo degli oggetti lasciati incustoditi dagli utenti durante il normale orario di apertura, né degli oggetti abbandonati dal proprietario al momento della chiusura.

Proposte e suggerimenti
Gli utenti possono presentare proposte per l’organizzazione dei servizi e suggerimenti di acquisto tramite apposita modulistica. Per facilitare l’inoltro dei suggerimenti di acquisto lo SBA predispone un modulo in linea attraverso l’Area personale del Catalogo di Ateneo e la app bibliounimi.
Alle proposte e ai suggerimenti viene data tempestiva e motivata risposta a seguito dell’esame di compatibilità con la politica degli acquisti e con l’organizzazione dei servizi.

Reclami
I reclami per eventuali disfunzioni nei servizi possono essere presentati su moduli appositamente predisposti anche online oppure per fax o posta elettronica al direttore della biblioteca. Eventuali reclami orali o telefonici devono essere confermati per iscritto.
Non sono presi in considerazione reclami anonimi.
A ciascun reclamo è data motivata risposta nel più breve tempo possibile. Contemporaneamente sono avviate le procedure per eliminare le cause accertate degli eventuali disservizi.

5. Valutazione dei servizi

Al fine di elaborare piani di miglioramento dei servizi, lo SBA valuta con continuità la qualità dei servizi resi in conformità agli obiettivi programmati, agli standard di settore e al grado di soddisfazione degli utenti. Si impegna quindi nella regolare raccolta di dati statistici, partecipa a iniziative nazionali di monitoraggio comparativo in ambito universitario e promuove periodiche rilevazioni della soddisfazione degli utenti.
I risultati di tali verifiche sono resi pubblici.

 

Appendice: elenco delle biblioteche

Area umanistica, giuridico economica e politico sociale

Biblioteca di Studi giuridici e umanistici
via Festa del Perdono, 7 - Milano

Biblioteca di Scienze politiche Enrica Collotti Pischel
via Conservatorio, 7 - Milano

Biblioteca di Filosofia
via Festa del Perdono, 7 - Milano

Biblioteca del Polo di Lingue e Letterature straniere
piazza Sant’Alessandro, 1 - Milano

Biblioteca del Polo di Mediazione interculturale e Comunicazione
piazza Indro Montanelli, 11 - Sesto San Giovanni (MI)

Biblioteca di Scienze dell’Antichità e Filologia moderna
via Festa del Perdono, 7 - Milano

Biblioteca di Scienze della Storia e della Documentazione storica
via Festa del Perdono, 7 - Milano

Biblioteca di Storia dell’Arte, della Musica e dello Spettacolo
via Noto, 6 - Milano

Centro APICE. Archivi della Parola, dell'Immagine e della Comunicazione EditorialeLink verso un sito esterno
via Noto, 6 - Milano

Area scientifica

Biblioteca di AgrariaLink verso un sito esterno
via Giovanni Celoria, 2 - Milano

Biblioteca Biologica
via Giovanni Celoria, 26 - Milano

Biblioteca di Chimica
via Giacomo Venezian, 21 - Milano

Biblioteca di Fisica
via Giovanni Celoria, 16 - Milano

Biblioteca di InformaticaLink verso un sito esterno
via Comelico, 39 - Milano

Biblioteca di Informatica. Sede di Crema
via Donato Bramante, 65 - Crema

Biblioteca Matematica Giovanni Ricci
via Cesare Saldini, 50 - Milano

Biblioteca di Scienze della Terra Ardito Desio
via Luigi Mangiagalli, 34 – Milano

Area biomedica

Biblioteca Alberto Malliani
via Giovanni Battista Grassi, 74 - Milano

Biblioteca Biomedica di Città Studi
via Carlo Valvassori Peroni, 21 - Milano

Biblioteca del Polo centrale di Medicina e Chirurgia
via della Commenda, 19 - Milano

Biblioteca del Polo San Paolo
via Antonio di Rudinì, 8 - Milano

Biblioteca di Scienze del Farmaco
via Giuseppe Balzaretti, 9 - Milano

Biblioteca di Medicina veterinariaLink verso un sito esterno
via Giovanni Celoria, 10 - Milano