Biblioteca

La Biblioteca Biologica dell'Università degli Studi di Milano è sorta nel 1982 dalla fusione di precedenti biblioteche annesse a vari Istituti scientifici. Il suo patrimonio bibliografico copre tutti gli aspetti della biologia e i livelli di organizzazione della materia vivente, dalle molecole alla biosfera. Per questo la Biblioteca è frequentata dagli studenti non solo di Scienze biologiche e naturali ma anche di Farmacia, di Medicina e Chirurgia, di Medicina veterinaria e di Agraria. Ha un patrimonio di 52.000 volumi, 933 periodici, di cui 120 attivi, la maggior parte a scaffale aperto, oltre un considerevole numero di periodici elettronici. La Biblioteca che dispone di due sale di lettura: una con 100 posti ed una di 24 per laureandi e docenti, offre un servizio di consultazione dei cataloghi elettronici, delle banche dati e dei periodici elettronici cui l'Università degli Studi è abbonata. All’ingresso vi sono quattro postazioni  internet per gli utenti per l’accesso al catalogo e il servizio di prestito. La Biblioteca dispone di connessione wireless.  Il personale bibliotecario è a disposizione degli studenti, dei ricercatori e, più in generale, di chiunque sia interessato a svolgere ricerche bibliografiche in ambito biologico.