Voi siete qui

Informazioni generali

indice paragrafi

La Biblioteca Digitale in breve

La Biblioteca Digitale mette a disposizione di tutti gli studenti e di tutto il personale dell’Università degli Studi di Milano un enorme patrimonio di risorse elettroniche multidisciplinari.
Sempre accessibili anche da casa, i periodici e i libri elettronici, le banche dati bibliografiche e a testo pieno sono strumenti fondamentali per l’attività didattica e la ricerca svolte in Ateneo.

Le collezioni
La Biblioteca Digitale dell’Università degli Studi di Milano mette a disposizione degli utenti una vasta collezione di risorse online:

  • più di 11.500 periodici elettronici
  • circa 240 banche dati bibliografiche e a testo completo
  • cataloghi, repertori e riproduzioni di intere collezioni di opere a stampa (EEBO - Early English Books, ECCO - Eighteenth Century Collections).
  • circa 355.000 libri elettronici di varia natura (manuali, enciclopedie, dizionari, opere di riferimento, ecc.)
  • motori di ricerca e portali tematici ad accesso gratuito.

I servizi
La biblioteca digitale offre:

  • un’interfaccia unica di interrogazione a risorse informative eterogenee tramite il discovery tool 
  • la possibilità di passare dal record bibliografico di una banca dati al fulltext, utilizzando il pulsante
  • l’accesso off-campus alle risorse previa autenticazione mediante le credenziali di posta elettronica d’Ateneo
  • assistenza: un servizio di Help Desk, tutorial e corsi per l'utilizzo delle banche dati

I destinatari
La Biblioteca Digitale è rivolta al personale docente e tecnico amministrativo e agli studenti dell’Università degli Studi di Milano che abbiano un rapporto di lavoro o di studio in essere.


Condizioni d'uso

La Biblioteca Digitale sottoscrive numerosi periodici elettronici, banche dati e libri elettronici disponibili per tutti gli utenti autorizzati.

Si precisa che ciascun utente è personalmente responsabile del rispetto dei termini della licenza d’uso relativa ad ogni risorsa consultata e si ricorda che l’inosservanza delle clausole presenti nei contratti in essere tra l’Università degli Studi di Milano e gli editori può comportare l’interruzione dell’accesso alle risorse elettroniche per l’intero Ateneo e l’applicazione di eventuali sanzioni.

Ogni utente è tenuto a non diffondere le proprie credenziali di accesso alla Biblioteca Digitale ed eventuali codici per la consultazione delle risorse ad accesso limitato. In caso di violazione verrà inibita la consultazione di tutte le risorse elettroniche d’Ateneo.

Le licenze differiscono da editore a editore, tuttavia i principi generali si possono riassumere in:

Consentito:

  • Visualizzare, scaricare, stampare e salvare una copia dei risultati della ricerca o dei singoli articoli
  • Utilizzare le risorse elettroniche per uso personale di studio, didattico o di ricerca, con obbligo di citazione

Vietato:

  • Scaricare sistematicamente interi fascicoli, volumi o porzioni significative del materiale recuperato
  • Comunicare a terzi username e password per l’accesso risorse elettroniche
  • Utilizzare programmi per lo scarico automatico di materiale
  • Utilizzare il materiale recuperato per scopo di lucro o fini commerciali
  • Diffondere o trasmettere il materiale recuperato a utenti non autorizzati

 

E’ comunque necessario rispettare le condizioni d’uso specifiche di ogni singolo contratto, pertanto si veda per


Informativa sulla privacy

1. Premessa
Ai sensi dell’art. 13 - D. Lgs. n. 196/2003 e dell’art. 7 del Regolamento d’Ateneo in materia di protezione dei dati personali, l’Università degli Studi di Milano informa gli utenti (personale docente, personale non docente e studenti) che intendano accedere ai servizi offerti dalla Biblioteca Digitale di Ateneo, in merito all’utilizzo dei dati personali che li riguardano.
Resta ferma l’osservanza da parte dell’Università degli Studi di Milano della vigente normativa in materia di trasparenza e di pubblicazione obbligatoria di dati e documenti.

2. Finalità del trattamento
I dati personali raccolti e trattati sono tutti quelli necessari al corretto utilizzo dei servizi offerti nell’ambito della Biblioteca Digitale di Ateneo (ad es. dati relativi alla navigazione quali indirizzo IP dell’utente, ora e data dell’accesso alla Biblioteca digitale).
Tali dati vengono trattati esclusivamente per finalità connesse allo svolgimento di attività istituzionali dell’Ateneo, in particolare per gli adempimenti richiesti dalla legge connessi alla gestione dei servizi forniti dalla Biblioteca digitale.

3. Modalità del trattamento
La raccolta dei dati avviene nel rispetto dei principi di pertinenza, completezza e non eccedenza in relazione ai fini per i quali sono trattati.
I dati personali raccolti sono trattati in osservanza dei principi di liceità, correttezza e trasparenza, previsti dalla legge, anche con l’ausilio di strumenti informatici e telematici atti a memorizzare e gestire i dati stessi, e, comunque, in modo tale da garantirne la sicurezza e tutelare la massima riservatezza dell’interessato.
I dati possono essere oggetto di trattamento in forma anonima per lo svolgimento di attività statistiche finalizzate al miglioramento dei servizi offerti.

4. Categoria di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o ce possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati
I dati personali degli utenti saranno conosciuti e trattati, nel rispetto della vigente normativa in materia,
dai dipendenti universitari (individuati come Incaricati del trattamento) addetti alla Divisione Sistemi Informativi, alla Divisione Telecomunicazioni e alla Direzione Servizio bibliotecario d'Ateneo.
I dati potranno essere comunicati:
a) alle strutture dell’Ateneo che ne facciano richiesta, per le finalità istituzionali dell’Ateneo o in osservanza di obblighi legislativi;
b) ad alcuni soggetti esterni, individuati come Responsabili esterni del trattamento.
I dati sensibili e giudiziari potranno essere comunicati, nell’ambito del perseguimento delle finalità indicate al punto 2, solo ove previsto da norme di legge o di regolamento.
E’ fatta salva, in ogni caso, la comunicazione o diffusione di dati richiesti, in conformità alla legge, dall’autorità di pubblica sicurezza, dall’autorità giudiziaria o da altri soggetti pubblici per finalità di difesa, sicurezza dello Stato ed accertamento dei reati, nonché la comunicazione all’autorità giudiziaria in ottemperanza ad obblighi di legge, laddove si ravvisino ipotesi di reato.
Al di fuori dei predetti casi, i dati personali non vengono in nessun modo e per alcun motivo comunicati o diffusi a terzi.

5. Diritti dell'interessato
 Ai sensi dell’art. 7 del D.Lgs. 196/2003 l’interessato può esercitare:
• il diritto di conoscere: a) l’origine dei dati personali, b) le finalità e modalità del trattamento, c) la logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici, d) gli estremi identificativi del titolare, dei responsabili dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza.
• il diritto di ottenere a cura del titolare o del responsabile senza ritardo: a) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati, b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati, c) l’attestazione che le operazioni di cui alle precedenti lettere a-b sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
• il diritto di opporsi in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta, b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano ai fini dell’invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta ovvero per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

6. Titolare e responsabile del trattamento
 I diritti possono essere esercitati con richiesta al Responsabile del trattamento, individuato nella persona del Direttore del Servizio bibliotecario d'Ateneo.